Nove regole per bere il tè all’uso britannico (e non fare brutte figure)

Le 9 regole che contraddistinguono l'etichetta britannica del tè - con illustrazioni.

Qualche giorno fa, nel tentativo di risolvere l’ennesimo problema del computer fisso, ho avuto ospite un caro amico. Mentre il computer faceva i capricci al solo fine di mettermi in imbarazzo, noi abbiamo bevuto il tè, un tè cinese imperiale buono che tengo per gli ospiti o per quando sono giù di morale.

Mi è tornata allora in mente questa illustrazione, la vedete qui di fianco, di cui già scrissi su Cronache dei disadattati. Ho pensato di riproporla perché potrebbe sempre tornare utile a qualcuno di voi.

Di questi tempi la Gran Bretagna va prepotentemente di moda. Ci si va in vacanza, ci si va a cercare un lavoro. Chiedete a chicchessia “Ma è meglio andare a Londra o a [scegliete una città a caso della Terra o di Marte]?”: vi sentirete rispondere invariabilmente “Londra tutta la vita.” Ecco, mettete che date ascolto a chicchessia e andate a Londra.Certo, non sarà un evento probabile, ma improbabile non vuol dire impossibile: siete lì che passeggiate in qualche strada molto londinese, guardando le cose che guardano i Londinesi o facendo cose che fanno i Londinesi, quando un araldo vi si appropinqua e vi consegna un invito.

Dopo vari preamboli e bla bla bla scoprite che siete invitati a prendere il tè dalla regina Elizabeth II, quella con la collezione di cappellini più grande del pianeta. E che, non ci andate? sì, che ci andate. Però non sapete come comportarvi: voi il tè con una regina non lo avete mai preso, tanto meno con una regina inglese. Al massimo una volta avete bevuto un cocktail con una che si faceva chiamare la regina della tangenziale; avete offerto voi, nel bieco tentativo di ottenere uno sconto.

Rischiereste di fare parecchie figuracce. L’etichetta alla corte di Windsor è notoriamente molto severa; d’altra parte è la corte più prestigiosa d’Europa, oltre che una delle poche rimaste; per le altre bisogna andare nei musei, se ne trova ancora qualche traccia fra un ittiosauro e un’ammonite. Ma se seguite questa guida, che vi cedo gratis et amore dei, non farete alcun errore. Nove regole soltanto, facili facili: rispettatele e la vecchia Bess v’inviterà di nuovo a prendere il tè con lei quando tornerete nel suo reame.

  1. Il latte va aggiunto quando il tè è pronto, non prima. Altrimenti vi esce la kasha russa.
  2. Mescolate con garbo, non provocate il maelstrom nella vostra tazza.
  3. Il mignolo eccitato è da tamarri, nel Regno Unito come altrove.
  4. Per tenere la tazza vi bastino il pollice e le dita di una mano. Fate pesi, all’occorrenza.
  5. Non si sorseggia dal cucchiaino. Chi sorseggia dal cucchiaino muore. E va all’inferno.
  6. Una volta mescolato il tè riponete il cucchiaino sul piattino, alla destra del manico, in maniera tale che il cucchiaino sia perpendicolare al lato del tavolo al quale siete seduti. In caso di tavola rotonda si consiglia di orientare il cucchiaino in modo che corrisponda a un segmento di raggio della circonferenza. Per maggior indicazioni telefonate a Euclide, ore pasti, no perditempo, gradita licenza elementare.
  7. Guardate nella tazza del tè, non al di sopra. Mai incrociare lo sguardo con i commensali. Non si sa mai, potreste offendere un procuratore distrettuale, un finanziere, uno sfasciacarrozze.
  8. Non tuffate il biscotto nel tè: è una cafonata che non facevano nemmeno gli uomini di Piltdown.
  9. E soprattutto non bevete il tè facendo il risucchio, for God’s sake: il tè non è una zuppa e voi non siete in Cina.
Annunci

22 pensieri su “Nove regole per bere il tè all’uso britannico (e non fare brutte figure)

  1. Da perfetto ignorante già seguo alla perfezione tutte le regole. In particolare quella del cucchiaino perpendicolare al bordo del tavolo, una mia fissa anche con forchette e posate varie. Sulla tavola rotonda volevo vedere se te la saresti cavata, e ammetto che sì, ci hai preso. tutto ha un’origine e i cucchiaini lo sanno. non bisogna mai indispettirli.

    Liked by 1 persona

  2. Non me lo lascio sfuggire!!! Un commento e un’aggiunta.
    Commento: la regola no. 8 e’ assolutamente vera, ne ho avuto la riprova a casa della suocera – quando mi vide inzuppare di gusto, esclamo’: “Oh, how decadent!” (e dire che sono repubblicani).
    Aggiunta (anche se piu’ pertinente al momento della preparazione): una dose/bustina basta per una teiera, ed e’ permesso ricaricarla con acqua calda senza doverla rinnovare; prima di metter te’ e acqua (che dev’essere stata bollita, ma non deve essere bollente al momento dell’infusione) versarne un pochino nella teiera e agitare con movimenti rotatori, per riscaldarla. Non so perche’, ma so che fa tanto fino far vedere che si sa di doverlo fare.

    Liked by 1 persona

    • Io ho una teiera di ghisa smaltata, quindi faccio all’uso giapponese, ma mi prendo un appunto su queste abitudini della barbara Britannia.

      PS Gliel’hai detto a tuo suocera, sì? “Macheccazzo vuoi? Andavate ancora nudi a caccia di marmotte mentre noi già s’accoltellava un Giulio Cesare!”

      Mi piace

      • Questa battuta e’ stata presa sul serio dal consorte una volta che gliela feci (“E poi, in Regno Unito non le abbiamo neppure le marmotte!”), percio’ ora ci vado piano.. Guzzanti non e’ famoso per nulla oltremanica e il rischio di esser presi alla lettera e’ dietro l’angolo 😀 Ah, le gioie dei fraintendimenti culturali!

        Liked by 1 persona

  3. per tutte le regole del bon ton delle quali, finalmente, je m’en fiche…preferisco una tazzona di caffè alla turca, dove eventualmente inzuppare un paio si savoiardi sardi, mmm….scherzi a parte, Ale non hai parlato dei pasticcini che accompagnano rigorosamente il tè, posso prenderli tra pollice e indice?

    Liked by 1 persona

lasciate la vostra opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...