Bonifacio VIII: un papa buono e natalizio

bonifacio-papa

Se ho capito bene, siamo in periodo giubilare: ho sentito parlare di porte sante e vendita delle indulgenze. E Natale si avvicina… Il primo giubileo della storia fu annunciato proprio a Natale: era il Natale del 1299 e sul soglio pontificio sedeva il mio papa preferito, Bonifacio VIII. Approfitto dell’occasione per riesumare l’antica rubrica delle storiacce.

Al secolo Benedetto Caetani, Bonifacio VIII – sul trono di Pietro dal 1294 al 1303 – era un uomo prepotente e discendeva da una famiglia di tradizionale arroganza. Di diritto canonico sapeva tutto, di teologia niente. Era il papa, la teologia non gli serviva.

Era ateo conclamato e lo dicevano un virtuoso della bestemmia. La cosa non deve stupire. Pare che nel medioevo la blasfemia e l’ateismo fossero orientamenti dottrinari ben presenti ai livelli più alti della gerarchia ecclesiastica. Bonifacio VIII si distingueva dai colleghi perché era quello che bestemmiava più di tutti. D’altra parte era il papa e doveva dare il buon esempio.

L’uomo non ha mai goduto di buona stampa. Dante Alighieri lo odiava e gli assegnò un posto in prima fila all’Inferno, fra i simoniaci. Già che c’era lo fece anche maledire da San Pietro. Jacopone da Todi ce lo descrive come un bandito. Ce lo descrive insomma per quello che era.

La leggenda popolare vuole che facesse punire in maniera atroce i frati minori che predicavano additandolo al popolo come un professionista del peccato: si dice che li avesse fatti inchiodare per la lingua alle porte di Roma. Naturalmente non è vero. Non che non ne fosse capace, s’intende: da bravo uomo del medioevo, il nostro nella brutalità ci sguazzava.

Comunque, di che lo accusavano questi fraticelli scalzi e spaccaballe? Lo accusavano di un po’ di tutto, abigeato compreso, ma in particolare di aver portato la Curia di Roma – ambiente in precedenza noto per la sua specchiata moralità – a nuove vette di sozzura. Aveva trasformato il Laterano in un bordello.

Riferirono questa cosa al Santo Padre. Il Santo Padre fece spallucce: parole vacue pronunciate da beghine e bigotti. Poi lui era il papa e faceva quello che gli pareva. Ma quei frati rognosi scambiarono l’inazione papesca per debolezza e rincararono la dose. La plebaglia cominciò a mormorare e anche nella Curia si sentì il sibilo di qualche parola di tenue dissenso. Era troppo. Bonifacio VIII reagì con la consueta energia.

Organizzò un’orgia gigantesca alla quale invitò amici e cardinali assortiti: gli invitati non si fecero pregare. E sentite che uomo delicato e che ospite squisito era il nostro. Non conoscendo i gusti di tutti gli invitati, non volendo scontentare nessuno, assoldò prostitute e gagà in gran numero, abbondando specialmente nella fascia d’età sotto i diciotto anni.

E prese così due piccioni con una fava, ché il nostro era ambidestro. E affinché tutti capissero chi era il capo, decretò che questa cena elegante si facesse di Venerdì Santo.

***

Era forte Bonifacio VIII. Morì di calcoli renali e gotta, soffrendo come un cane. Per giorni fece piovere santi e madonne sull’Urbe. Come ebbe a scrivere Montanelli, “Morì come visse: bestemmiando.”

Siamo a dicembre e molte religioni hanno in questo mese una loro festività. C’è chi celebra la nascita del figlio di Dio, chi quella del Sole. Cade in questo mese il Saturnalia dei Romani e i fratelli maggiori della cristianità festeggiano la riconsacrazione del Tempio. Di sicuro sto dimenticando qualcuno, ma sono poco esperto di queste cose. Mi perdonerete. A tutti voi porgo i più sinceri auguri da parte mia e di Bonifax.

Advertisements

240 pensieri su “Bonifacio VIII: un papa buono e natalizio

  1. Non ricordo quale Papa fosse stato accusato di avere un demone succubus come amante, ma a questo punto, mi sa che era lui! 😄

    A ogni modo, auguroni di buon Natale o qualsiasi altra festa tu preferisca – magari c’è un anniversario complottista ridarello importante e multiaggettivo… vabbuo’, auguri 😀

    Mi piace

    • PS Per puro caso, sbirciando un libro sul processo ai Templari, ho trovato questa chicca: la propaganda del re di Francia (Filippo il Bello) accusava Bonifacio VIII di possedere un demone rinchiuso nella pietra preziosa di un anello. Suddetto demone dava al papa suggerimenti e consigli: perciò il papa non sbagliava mai. Non è un succubus come amante, ma come livello di delirio ci siamo 😄

      Mi piace

  2. Comunque non devo essere empatica e nemmeno simpatica: adoro le fanfiction ma non chi le scrive. Una fetta, diciamo, dato che altre sono adorabili. Però non mi sembra normale questa ricerca di approvazione (anche se un po’ ci sono passata anche io) ma così passa che per farsi approvare si debba fare marketing spinto e leccaculismo , ma la credibilità dove finisce? Si si lei dirà che è così ovunque… Ma che lo sia per cose che vogliono essere serie e intorno alle quali si vuole far girar denaro lo capisco (la gente uccide per denaro figuriamoci raccontar qualche balla). Ma non me lo spiegò in un ambito amatoriale.

    Mi piace

      • Il sentirsi o l’esserlo? Perché se io scrivo versi ingenui come quelli che le ho citato e poi mi trovo le review che le ho citato io non mi sentirei né stimata, né apprezzata, ma presa pesantemente per i fondelli o considerata una che, anche se babbiona, ha bisogno di coccoline sennò sta male, scusi eh!

        Mi piace

      • Poi nessuna di noi è Eco, o Racine, o Palazzeschi, e allegria e pacche sulle spalle in un contesto scacione, ma tutto sommato simpatico ci stanno (gli sberleffi mai!). E ci sta pure il voler fare il massimo.
        Ma altro no.

        Mi piace

  3. Post simpaticissimo. E scritto da mano abile. Post che perdura simpatico (dotto e colto) anche adesso lungi dalla ricorrenza che lo ha ispirato.
    D’altronde lo leggo solo ora grazie all’amica comune Alessandra, il cui post odierno ti linka.
    E l’avallo di un’Alessandra è sicuramente più degno di fiducia di una banca. (Vero che, mi si può dire, ci vuole poco, ma suvvia non facciamo i pignoli…).

    Mi piace

lasciate la vostra opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...