Storie romantiche di San Valentino

Copertina di "Storie d'incesto"

E niente, anche quest’anno San Valentino, patrono dei cioccolatai, sta per arrivare nelle nostre case e nei nostri cuori.

Lo so che siete troppo impegnati a cercare il costosissimo pupazzetto con cui far imbestialire la vostra dolce metà, però vi chiedo lo stesso un poco di tempo e di attenzione per farvi conoscere questo libro.

L’ho trovato per terra durante le vacanze estive e subito gli occhi mi sono velati di lacrime. Appurato, con una rapida ricognizione, che non presentasse pagine incollate, l’ho raccolto e messo da parte per i dì futuri tenebrosi e oscuri.

Eccoci ai dì futuri e a San Valentino, protettore di epilettici e florovivaisti: quale migliore occasione per parlarvi del testo?

Storie d’incesto, Anno VII n.06. Periodico mensile di storie vissute. Vietato ai minori di 18 anni. Al modico prezzo di euro 5,95.

L’avvertenza che tiene alla larga i minori serve a evitare che il Moige sbraiti come fece ai suoi tempi per Sailor Moon (eh, sì, è gente che ha molte cose importanti da fare, giornate piene d’impegni). In realtà, come risulta anche da una lettura superficiale e sbrigativa, il libro è adatto a tutti.

Anzi, dirò di più: questo è un libro che piacerà a ogni componente della famiglia. Ciascuno troverà giocoforza un personaggio nel quale identificarsi. Faccio qualche esempio.

Elisa e la sorella è un racconto che tratteggia con tenerezza il rapporto stretto e sincero fra due sorelle, in cui la più grande guida la più piccola e l’aiuta nelle sue difficoltà quotidiane, per esempio aiutandola a risolvere i suoi problemi con gli esami orali.

Mamma e il suo desiderio smodato e Mia mamma mi masturba (quest’ultimo apre la collana) sono due esempi struggenti dei sacrifici ai quali può portare l’amore materno. Ricambiato, in tutti e due i casi, da notevoli dimostrazioni di pietà filiale.

Nonna per passione… perché la vecchiaia non è soltanto mal di schiena e carrellini per la spesa, se ci sono ancora la passione e un nipote liceale che ama le granny.

La mia bimba cresciuta, una storia leggendo la quale non possiamo non immaginarci quegli occhi sognanti con cui ogni padre guarda la propria figlia:

Della bimba che accompagnavo a scuola col cestino della merenda non rimaneva più nulla.

Tiziana, ormai ventenne, si era fatta una bellissima ragazza: un metro e 75 di altezza, gambe slanciate, culetto a mandolino e due tette quarta misura con i capezzoli che puntavano in alto. [p. 81]

Parole che commuoverebbero il più burbero miliziano dell’ISIS e la più acida insegnante delle medie.

Storie d’incesto però non contiene solo storie leggere e di buoni sentimenti. Anzi, affronta – con coraggio – argomenti difficili e che di solito si preferisce nascondere sotto il tappeto. Lo fa col racconto La cinghia di mia madre sulla pelle, triste vicenda di maltrattamenti domestici mai denunciati, cresciuta all’ombra dell’omertà e del filisteismo.

Non manca una strizzatina d’occhio al genere young adult con il racconto Tra zia e cugina, dove una breve vacanza in montagna conferma che il proverbio ha ragione: Cousinage est une dangereuse voisinage. E ci rivelerà delle sorprese anche il rapporto fra la procace zia e il nipote.

Storie d’incesto è un libro che non lascerà nessuno senza la sua parte di intrattenimento narrativo di alto livello, adatto anche ai più piccoli: no giender che fanno diventare ghei, no famiglie non tradizionali, no divorzi o altre cose che fanno piangere gesoo. Insomma, per tirare le somme, ci troviamo di fronte a un ben confezionato prodotto per famiglie che non lascerà nessuno deluso.

***

Retro della copertina di Storie d'incesto.Lo so, in tanti vorrete comprare questo libro per regalarlo alla vostra dolce metà e insieme leggerne le pagine in tenera intimità. O, perché no, per fare un regalo a tutta la famiglia in occasione del Santo Natale. Purtroppo non so dirvi dove possiate procurarvelo. Nell’edicola sotto casa di certo no: nelle migliori edicole, lo dice a chiare lettere. Rassegnatevi, lettori eletta schiera d’eroi. La preziosa reliquia è in mano a un frate Cipolla che non se ne priverà per vil denaro. Sempre che non sia una discreta somma, eh, fate voi. Mettetevi una mano sulla coscienza.

Advertisements

78 pensieri su “Storie romantiche di San Valentino

  1. Ma lo sa la sua mamma che lei scrive queste cose? Fosse mio figlio prima sverrei e poi piangerei per ore. Dopo credo che andrei da una psicologa per proporle della sana terapia familiare da fare tutti insieme e mi fare dare del prozac da bere a canna.
    Guardi, mi sono già depressa, scusi tanto, io di solito la adoro, ma…

    Mi piace

  2. 14 fwbbraio, una giornata memorabile! Il 14 febbraio 1929, per festeggiare San Valentino, Alfonso Capone in arte “scarface” fece fuori la banda rivale di Bugs Moran, allora si che si sapevano festeggiare le date importanti!!!

    Liked by 2 people

  3. Un altro della serie “tutto in famiglia è un gran parapiglia!”, ma cosa ne penserebbe Vera Slepoj! Manca una sola cosa, in questo articolo: un link a un post del blog di Miriana Costanzo – o è Costanza Miriano? Mo’ non ho voglia di cercare su gorgle – con la speranza che sia anche quello su piattaforma WordPress per un pingback.
    Una bella trollata di classe. Ma temo che ormai quel treno sia passato…
    Una domanda: è un classico della letteratura o una pregiatissima graphic novel? 😛 Comunque, mi ha sconvolto il prezzo in euro, sembrava un rigurgito degli anni ’70-’80 >_<

    Liked by 1 persona

  4. Pingback: Quando Facebook ti rimuove un post | frottole

lasciate la vostra opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...