Quel che resta dell’estate

Infradito abbandonataDopo cinque (5, controllate) mesi di assenza, il vostro torna su queste frequenze. E, vista la data, non può che donarvi un post sulle vacanze estive, trascorse – as usual – a Santa Teresa di Gallura, nel nord dell’isola, fra belle cameriere e dottoroni insigni.

Santa Teresa, che è una santa molto miracolosa, ci ha donato 11 giorni di mare, ciondolamento nei pub e pasta con la bottarga, ma per trattar del ben ch’i’ vi trovai, dirò de l’altre cose ch’i’ v’ho scorte:

  • Questa è stata l’estate delle bombastiche.
  • Si è mostrato a noi un Nume eterno, il dio Nettuno, con barba e tridente. [Si tratta di un turista tedesco che appare ogni anno].
  • La bimbetta che chiedeva al padre: “Ahò, che me vai a pija’ l’acqua?”
  • La signora con H aspirata che diceva “Per piaScere”.
  • Il trio di galoppine della discoteca, tra le quali comandava sempre quella che esponeva di più le tette.
  • La peripatetica – nel senso che non stava mai ferma: ragazzina con i capelli lunghissimi che potevate scorgere solo nell’atto di girovagare per la spiaggia.
  • L’amica della peripatetica – essere di mitologica bellezza che si palesava di rado. Coloro che la guardavano troppo si trovavano poi, per il resto della giornata, accompagnati da un inquietante sentore di questura.
  • La sosia di un mio amore adolescenziale, sempre scortata da un nutrito manipolo di pretoriani.
  • L’elegantone d’altri tempi che fra i tatuaggi enumerava Padre Pio, Batman e Pippo Baudo. Su Padre Pio ci sono state accese discussioni perché per alcuni si trattava di Obi-Wan Kenobi. Ma lo sguardo avido e malvagio mi fanno propendere a favore della prima ipotesi.
  • E ultima, ma non per importanza, la bella signorina francese col bikini arancione. Non voleva tenere su le spalline (desiderava abbronzarsi per bene) e ciclicamente finiva con l’attrezzatura di fuori. Bella signorina francese col bikini arancione, noi ti ringraziamo di cuore.
Advertisements

74 pensieri su “Quel che resta dell’estate

  1. Ho imparato che a comandare sono sempre quelle che espongono di più le tette. E che se una è una bella signorina francese col bikini arancione è più probabile che le tette le mostri del tutto.
    Post molto-molto intrigante.
    (C’è speranza che ora di settembre riveli chi era il proprietario di quella ciabatta lì singola, inquietante, e com’è morto? E magari se ci dici anche chi era l’assassino?

    Liked by 1 persona

    • Guido, i’ vorrei che tu e Lapo ed io… sono contento che il post ti sia piaciuto, Guido! Quanto alla ciabatta infradito, be’, temo di non poter dire nulla: un giorno è apparsa a lato della strada – e non se n’è più andata via. Chissà, forse è ancora lì! 🙂

      PS: le belle signorine francesi sono ineguagliabili.

      Liked by 1 persona

  2. L’immagine di quella ciabatta solitaria, il grigio… è un’immagine fortissima. Talmente che vale come punto di partenza per mille storie e tutte diverse!

    PS: le belle signorine francesi, SIGH! appaiono e scompaiono insieme all’estate, eh sì. E tutto quello che resta è un post, capisco, oh come capisco… SIGH, numero 2.

    Mi piace

  3. la ciabatta solitaria mi fa pensare a Van de Sfroos, ma la Sardegna non è Riccione… Oh che bello questo post! Non guardi le ragazzine! non era fidanzato e convivente scusi eh? nel caso non lo fosse: non guardi le ragazzine lo stesso, non vanno bene per lei. Non è Ulisse ed oggi il padre di Nausicaa andrebbe in escandescenze, mica la inviterebbe a cena!

    Pippo Baudo? E’ sicuro? non è che era jarjar? Se non è fidanzato spero che abbia rimorchiato 🙂

    caspitina… il suo amore di gioventù gnoccheggiava parecchio quindi? come ha fatto a farsi strada tra i pretoriani all’epoca? Racconti!

    Noi invece abbiamo un altro gatto – completamente bambascione. ma io sono strafelice: l’altra inseguiva la gatta della vicina per i balconi e poi la graffiava ululando – una cosa terrorizzante e pure imbarazzante, Questo prende il sole e giocherella con una pallina di carta. Vuol mettere?
    Non le dico il nome perché è il classico nome imbecille da gatto – non l’ho scelto io, io volevo boba fett come nome (altrettanto imbecille) ma me l’hanno cassato…

    Mi piace

    • La ciabatta ha fatto colpo! 🙂 Rispondo con ordine:
      1. non guardo le ragazzine – sono loro che mi passano di fronte;
      2. Era Pippo Baudo. O il jedi. O Padre Pio. Comunque c’era qualcuno del genere.
      3. Ad essere circondata da pretoriani è la sosia, non l’amore della mia adolescenza – mi sono espresso in maniera imprecisa! pardon!
      4. Porga i miei saluti all’altro gatto! Mi sta già simpatico!

      Mi piace

                  • Signor Alo! Io proseguo con le fanfic dementi, sappia perché mi diverto troppo… lei ha riscosso un grande successo presso la mia unica fan come personaggio immaginario… suggeriscono Cillian Murphy e altri tizi fighi

                    Mi piace

                  • Continuo ad essere ostracizzata dalle divine, ma presumo oramai per pura abitudine… le donne sono terribili e sono pure madri di famiglia!
                    Sto leggendo un librino carino sugli ultimi libertini che è davvero in teressante no nfosse che l’autrice pensa che tutti siano pratici delel mansioni di ogni personaggio del XVIII secolo, cosa che purtroppo non è…

                    Mi piace

                  • Vengo quindi al punto perché lei è quello che nella vita ha studiato cose interessanti 🙂 Ha idea di dove potrei trovare una specie di manuale di educazione civica del XVIII secolo? perché io non ho mica chiaro cosa facesse esattamente un guardasigilli… che poteri aveva? che differenza con il primo ministro? Il padre di Malesherbes faceva il guardasigilli e lo esiliarono nel so castello all’età di 80 anni perché non aveva voluto restituire i sigilli al suo Re. Perché poteva fare una cosa del genere? che voleva dire? Che tipo di protesta stava mettendo in atto?

                    Mi piace

                  • Detto ciò sto anche leggendo sui vichinghi e non mi è assolutamente chiaro come fossero organizzati – so però nel dettaglio come si svolgeva una cerimonia matrimoniale. Ha qualche libro da consigliare? Si si si lo so lei non è un tuttologo, ma lavoro con dei tizi che leggono solo la gazzetta dello sport e parlano di calcio e di moto e basta… e di arrampicarsi in montagna coi ramponi, d’altro canto il loro capo è così e loro giustamente si adeguano facendo a gara di leccata di c… ma capisce bene che se dovessi chiedere cose del genere penserebbero che non sto tanto bene… ieri si interrogavano su Poppea, chi diavolo fosse costei ed in 3 hanno deciso che era la moglie di Napoleone Bonaparte…

                    Mi piace

              • A parte ciò, ma lo sa che sul sito del MET ci sono dei libri messi a disposizione per essere scaricati come pdf liberamente? Credo anche su altri musei…
                Me ne sono scaricato uno sulla donna nel XVIII secolo! Ma ce ne è anche uno illustrato sull’arte della scherma! Ed uno sulle pistole all’epoca di Luigi XIII…. se avessi avuto a disposizione il web da ragazzina mi avrebbero sicuramente bocciato: avrei letto un mare di cose che interessavano a me e studiato un cazzo (non cambiava nulla, purtroppo)

                Mi piace

  4. MI spiace che sia stanco dei blog, dovrebbe immedesimarsi in Saint Simon, che era un diarista. Cioè scriveva per sé, ma non si spaiceva se altri sapevano ciò che scriveva – scriveva cattiverie, comunque nessuno sa davvero cosa abbia scritto Saint Simone, perché nessuno si prende la briga di leggerlo. Girano le solite citazione (il “castello di carte” che era il nucleo di Versailles quando Luigi XIV lo scelse coeme sua residenza principale, “il cronometro” per e attività del Re Sole), ma che uno “comune” lo abbia letto, dubito.
    Esistono anche le memorie di Madame Campan, ma erano nate per essere lette da estranei e quindi non valgono. Anche queste citate pià che lette.

    Reta il fatto che io ho famiglia e mi piace avere uno sfogatoio per la mia giornata media, lei no,,,

    Mi piace

lasciate la vostra opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...