Il sepolcreto su Perigeion

Alessandro MadedduSalve! Dopo lunga assenza – dovuta al fatto che non ho nulla da dire – rieccomi per una comunicazione di servizio.

Roberto R. Corsi, che ringrazio per la sua cortesia e per il tempo che mi ha dedicato, pubblica su Perigeion una parte della mia raccolta di versi, Canzoncine. La sezione che compare, pubblicata quasi per intero, si intitola Il sepolcreto e piacerà moltissimo a tutti coloro che amano processioni, messe, incunaboli, cefalopodi e grandi felini. Continua a leggere

Boomstick Award 2015

Boomstick Award 2015 - immagine del premio

Dopo un mese di assenza, eccomi di ritorno per la premiazione del Boomstick Award, Anno Domini 2015, che frottole ha vinto nonostante le sue scarse qualità e suoi copiosi difetti, tra i quali il non avere ancora una testata con illustrazione. Ci sto lavorando. Credeteci.

Cosa è il Boomstick, ebbene è questo. Ve lo dico con le parole del suo creatore.

Cos’è il Boomstick? È il bastone di tuono di Ash ne L’Armata delle Tenebre. Una doppietta Remington, canne d’acciaio blu cobalto, grilletto sensibilissimo. Magazzini S-Mart, i migliori d’America.

Perché un Boomstick?
Perché il blog è il nostro Bastone di Tuono!

Come si assegna il Boomstick?
Niente di più facile: dal momento che in giro è un florilegio di premi zuccherosi per finti buoni (o buonisti) & diplomatici, il Boomstick Award viene assegnato non per meriti, ma per pretesti.
O scuse, se preferite. Continua a leggere

Tiriamo le somme: il 2014

Cartolina natalizia sovietica.

Bene, anche quest’anno si chiude. Siano ringraziati gli dei tutti.

Iniziamo con il bilancio, va’. L’ennesimo che chiudo in disavanzo, ça va sans dire.

1. Il trasloco. Settimane di fatica e bestemmie, a settembre, hanno dato i loro frutti. Cioè la perdita del 90% dei lettori. Quando si dice l’investimento azzeccato.

Per il resto wordpress è bello e funzionale, peccato però che Google, quel Moloch al quale offriamo in sacrificio la nostra pazienza, lo indicizzi in modo a dir poco indecente: un giorno tutti i post sono indicizzati, il giorno dopo nemmeno uno. Parola di “Strumenti per i Webmaster”. Continua a leggere

Sono atterrato su wordpress

Un Messerschmitt Bf-109 precipitato alla Battaglia d'Inghilterra.

“Alla fine Gerusalemme, città magnifica, vedemmo” recitano dei versi trovati per caso su un libro di poesia bizantina trovato altrettanto per caso, tanto tempo fa.

Anche frottole è arrivato a destinazione. Atterraggio un po’ brusco: tirava vento e tirava anche la contraerea.

So che ci sono in giro degli altri spericolati che vogliono trasferire le loro mercanzie da blogger a wordpress. Approfitto dell’atterraggio per avvertirli dei rischi e dire un po’ le mie prime impressioni sulla nuova piattaforma. Continua a leggere

Trasloco e nuova casa

aereo colpito in guerra precipita in fiamme

Passo armi e bagagli qui su wordpress, perché blogspot comincia a dare veramente troppi problemi.

L’atterraggio, come potete vedere dall’illustrazione, non sarà dei più comodi. Perché l’HTML non è un linguaggio universale, si direbbe: tutti i post hanno perso la formattazione. Tutti. Mi tremano i polsi se penso a quanto lavoro ci sarà da fare. Continua a leggere

Il ritorno di Alo

Il blogger, Alessandro Madeddu, con maschera e boccaglio, estate 2014.Eccomi qui, di ritorno dalle immeritate vacanze estive: quindici giorni nel nord dell’isoletta natia con i colleghi del dottorato di ricerca – eletta schiera d’eroi e intellettuali – e graziose fanciulle. Traduco, per chi non è avvezzo a queste cose: quindici giorni trascorsi sparando fregnacce, prendendo il sole, molestando emerite sconosciute, seccando una bottiglia di vino a pasto. Se ci fosse un po’ di giustizia in questo mondo, gli uomini vivrebbero sempre così. Poiché la giustizia è assente giustificata, e pure da parecchio tempo, ci si deve accontentare di quindici giorni, se si è fortunati. Continua a leggere

Nuove frottole si aggiungono alla produzione nazionale

Alessandro Madeddu e Machiavelli insieme.

Con la famosa installazione Separati alla nascita ho l’onore di aprire le danze di frottole, il nuovo blog tramite il quale cagionare danno a me stesso, al prossimo e alla rete tutta.

Dopo lunghi mesi di esilio su tumblr, trascorsi a fare l’antiquario, e dopo un’estate di attenta e grave riflessione, ho deciso che sì, posso tornare a dilettarmi di blogging pernicioso.

Ovvero sono di nuovo qui per fare ciò che preferisco: consigliare qualche libro, mentire a tutto spiano e mancare di rispetto alle categorie umane che vorrei vedere rinchiuse in un campo di rieducazione nordcoreano: gli insipienti, gli incompetenti, quelli che non hanno il senso dell’umorismo e quelli che si pigliano sul serio. A volte tutte e quattro le virtù sono riunite in una sola persona. Per certi codici penali è reato. Continua a leggere