Il sepolcreto su Perigeion

Alessandro MadedduSalve! Dopo lunga assenza – dovuta al fatto che non ho nulla da dire – rieccomi per una comunicazione di servizio.

Roberto R. Corsi, che ringrazio per la sua cortesia e per il tempo che mi ha dedicato, pubblica su Perigeion una parte della mia raccolta di versi, Canzoncine. La sezione che compare, pubblicata quasi per intero, si intitola Il sepolcreto e piacerà moltissimo a tutti coloro che amano processioni, messe, incunaboli, cefalopodi e grandi felini. Continua a leggere

Quel che resta dell’estate

Infradito abbandonataDopo cinque (5, controllate) mesi di assenza, il vostro torna su queste frequenze. E, vista la data, non può che donarvi un post sulle vacanze estive, trascorse – as usual – a Santa Teresa di Gallura, nel nord dell’isola, fra belle cameriere e dottoroni insigni.

Santa Teresa, che è una santa molto miracolosa, ci ha donato 11 giorni di mare, ciondolamento nei pub e pasta con la bottarga, ma per trattar del ben ch’i’ vi trovai, dirò de l’altre cose ch’i’ v’ho scorte: Continua a leggere

Un madrigale per i peppottari

definizione di madrigale, da un antico vocabolario etimologico

Ieri la base del Movimento 5 Stelle ha sbattuto il muso contro il muro della realtà. Non è una bella cosa e di solito fa male. Anche i parlamentari mi sono sembrati, in massima parte, piuttosto infastiditi.

Dopo anni di boiate sul mandato imperativo, dopo anni di uno vale uno e il voto del popolo del web, ecco che si cambia idea all’improvviso: decisione di Beppe e Casaleggio, I suppose. Benedetti dei, non che sia una novità. Ma si sa, l’amore è cieco. Continua a leggere

Cercare lavoro oggi

Charlie Chaplin operaio.

Coloro che cercano lavoro possono alzare la mano, per favore? Grazie. Ecco qui, tutti cerchiamo lavoro. Sì, a parte te che “lavori” nella fabbrichetta del papà. E lavorare è una parola grossa, lo sappiamo.

Voi altri invece cercate tutti un lavoro. Il bello – o meglio, il brutto – è che molti di noi un lavoro ce lo hanno. È che non porta introiti nemmeno per sbaglio. C’è lui che guadagna senza lavorare e noi che lavoriamo senza guadagnare. D’altra parte il paese va così. Continua a leggere